Nel periodo estivo cosa mettiamo in tavola?

Dissentanti e freschi, ma anche ricchi di proprietà nutritive… la nostra nutrizionista ci spiega gli effetti benefici dell’anguria e del melone.

Anguria e melone sono frutti dissetanti e freschissimi, ricchi di vitamina C, acqua e sali minerali. Vediamo nello specifico le loro proprietà nutritive e i benefici che danno al nostro corpo:

L’anguria è un alimento indicato per chi soffre di ipertensione lieve. Questo frutto ha proprietà antinfiammatorie, depura l’organismo, migliora l’aspetto della pelle e dei capelli, aiuta la circolazione e la solidità delle ossa e mantiene alte le difese immunitarie proteggendo così le cellule dai danni dei radicali liberi.

La polpa dell’anguria contiene:

  • vitamine A
  • vitamina C
  • potassio
  • fosforo
  • magnesio

La presenza di vitamina C e potassio in particolare avrebbe un’azione depurativa e detossificante che rende l’anguria un frutto ideale per contrastare in maniera naturale la ritenzione dei liquidi, il gonfiore alle gambe, aumenta il flusso di urina proteggendo così i reni. Inoltre, interviene nel processo di eliminazione dell’ammoniaca dal fegato.

Il melone è indicato per chi soffre di anemia perché ricco di ferro e, poiché leggermente lassativo, è perfetto anche per chi ha problemi di digestione. La polpa del melone è composto per il 90% di acqua, che la rende dissetante e poco calorica. Oltre a queste sostanze contiene anche numerose vitamine:

  • vitamina A
  • vitamina B
  • vitamina C
  • calcio
  • fosforo
  • magnesio
  • potassio

La vitamina A sottoforma di betacarotene che previene la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e delle smagliature e aiuta la pelle a prepararsi all’abbronzatura prevenendo eventuali bruciature e arrossamenti.

La vitamina B tonifica l’organismo e lo ricarica oltre a migliorare la nostra capacità visiva e a rinforzare le ossa e i denti. Per questo il melone ha proprietà rinfrescanti, diuretiche, depurative e lassative ed è ottimo in caso di stipsi o emorroidi e di dolori reumatici.

Quando è meglio consumarli?
A colazione è l’ideale per chi voglia iniziare la giornata con una sferzata di energia e di freschezza, possibilmente accompagnata da cibi proteici oppure a basso indice glicemico, come una bruschetta di pane integrale con olio e pomodoro e qualche mandorla.

L’anguria si presta bene anche come piccolo spuntino serale, poiché, favorendo il rilascio di serotonina, concilia il riposo notturno.

Quando è meglio consumarli?
A colazione è l’ideale per chi voglia iniziare la giornata con una sferzata di energia e di freschezza, possibilmente accompagnata da cibi proteici oppure a basso indice glicemico, come una bruschetta di pane integrale con olio e pomodoro e qualche mandorla.

L’anguria si presta bene anche come piccolo spuntino serale, poiché, favorendo il rilascio di serotonina, concilia il riposo notturno.

Richiedi un appuntamento

Restiamo a tua disposizione per qualunque domanda o richiesta.

CONTATTACI